home.html
INFO.html
CENNI_STORICI.html
FAUNA.html
TERRAZZE.html
PASSEGGIATE.html
FLORA.html
INSIEME.html
GEV.html
LINK.html
 
Archivio articoli2014.html

2° Concorso fotografico










Censimento alberi monumentali


segnalazioni









criteri






Eventi, attività e novità dal Parco Valle del Lanza

Ufficializzati anche i percorsi dell'escursione del 22 luglio "Sulle ruote della Gran Fondo".

Come anticipato, ci sarà un percorso "completo" di 43 km che ricalca in gran parte il vecchio tracciato della gran fondo, con qualche modifica logistica per saltare le zone più problematiche e portare il percorso su tutti i Comuni del Parco. Partenza "classica" dal centro sportivo di Cagno, poi con un giro ad anello si toccano Malnate, Solbiate, Albiolo, Valmorea con un percorso pressoché pianeggiante, per poi affrontare la parte più dura con le ascese al Colle dell'Assunta di Bizzarone e al Colle di San Maffeo di Rodero. Picchiata sul fondovalle e ultimo strappo verso Cagno con la salita di Villa Comolli, breve passaggio a Valmorea poi dritti verso l'arrivo lungo la nuova ciclabile di Cagno.

In aggiunta, per i meno allenati, ci sarà un percorso "breve" di 24 km, che salta le parti più difficoltose dei due colli di Bizzarone e Rodero, mantenendo pressoché invarito il resto del circuito.

Il ritrovo è fissato dalle ore 8 al centro sportivo di Cagno, in via Brella. Partenza ore 8:30 del percorso di 43 km e successivamente del percorso breve.

La partecipazione è gratuita, ma è gradita l'iscrizione per motivi organizzativi all'indirizzo mail gev@parcovallelanza.com o via SMS al numero 320 0345056 (per info telefonare il sabato mattina, dalle 9 alle 12, o mail).sia per la mostra che per l'escursione ma per quest'ultima è consigliata la prenotazione.

Informazioni e ufficio stampa:

Laura Binda lauretta.binda@gmail.com, info@archeologistics.it / 328.8377206


Domenica 22 luglio

Torna a rivivere il percorso della mitica Gran Fondo che per alcuni anni ha visto sfidarsi campioni e appassionati delle ruote grasse lungo i sentieri del Parco del Lanza.

Ripristinato con impegno e dedizione dalle nostre Guardie Ecologiche Volontarie, finalmente potrà tornare ad ospitare nella sua interezza il passaggio delle MTB. Per l'occasione, il tracciato è stato rivisto in alcuni particolari, pur mantenendo in grandissima parte il percorso originario.

Seguiranno informazioni più precise su programma e percorso (saranno due, uno "completo" di c.a. 45 km e uno "ridotto" di c.a.20/25 km), per ora "Save the date" & "Stay tuned"!

Per info: 

gev@parcovallelanza.com — Tel.  320 0345056 (sabato 9:00-12:00; SMS in altri giorni e orari)


Campo di Lavoro Internazionale 2018


Anche quest’anno il Parco Valle del Lanza in collaborazione con il Comune di Bizzarone con Legambiente Varese Onlus, con il gruppo di Protezione Civile e il Cai Sez Bizzarone organizzerà un Campo di Lavoro Internazionale, per giovani di diversa nazionalità provenienti da più continenti, che gratuitamente, per due settimane dal 2 al 16 luglio, opereranno nell’ambito del nostro territorio.

Se hai più di 16 anni e vuoi aggregarti a questo gruppo internazionale scrivi a info@comunedibizzarone.co.it

Gli scorsi anni i partecipanti provenivano da diverse nazioni europee, asiatiche e americane. Tra di loro non si è avuta nessuna difficoltà di integrazione e di relazione, e hanno intessuto rapporti di viva cordialità e simpatia anche con diverse persone dei nostri paesi. Tra di loro si esprimevano in inglese, e per alcuni sarà forse anche stata una utile occasione per acquisire dimestichezza con questa lingua.

L'obiettivo di quest'anno è il recupero o la manutenzione del Percorso Vita Bizzaronese, della postazione panoramica sul colle S.Ambrogio e di tratti del “Sentiero Italia” e/o di alcuni degli elementi fisici/storici/naturalistici che lo caratterizzano.

Sarà una esperienza bella e gratificante, sia per i partecipanti che per gli organizzatori. Naturalmente i momenti di lavoro saranno alternati a momenti di svago e di ricreazione, in un clima di serenità e di festa. Aiuterà a sentirsi meno “provinciali”, ed a cogliere il respiro internazionale di tematiche quali la difesa e la conservazione dell’ambiente.

Si intende proporre specie ai nostri giovani (dai 16 anni in su, senza limiti superiori di età – i ragazzi stranieri del campo saranno tutti maggiorenni) la partecipazione a questa iniziativa, aggregandosi al gruppo di lavoro internazionale, per un periodo più o meno lungo.

A chi vorrà partecipare, per poche o tante giornate di lavoro che riterrà di potere dedicare, verrà offerta la iscrizione gratuita a Legambiente (che comporterà un’automatica copertura assicurativa) e la partecipazione alle attività ricreative e ludiche.

Chi fosse interessato può scrivere al seguente indirizzo mail: info@comunedibizzarone.co.it lasciando il proprio nominativo e recapito telefonico. Verrà contattato in seguito per illustrare meglio l’iniziativa e verificare la possibilità di inserimento, tenuto conto del numero delle domande pervenute


Nuovo itinerario "Cima delle Valli"

 

Segnaliamo l’ormai terminata la posa dei cartelli segnavia del nuovo itinerario “Cima delle Valli” che finalmente attraversa da capo a coda il Parco, percorrendolo lungo il crinale delle colline e il bordo dei centri storici che si affaccia sulla vallata, da Malnate a Bizzarone, o viceversa.

 

Salendo in cresta al Monte Morone, si raggiunge poi il suo gemello Monte Casnione, “vette” malnatesi, passando per il crocevia della “Valeta”: il percorso, in particolare sul Casnione, vede una deviazione rispetto al naturale andamento che tuttavia permette agli escursionisti di transitare dal punto panoramico e dalla vicina “Madonna del fontanino” ed è ormai ben segnalata dai segnavia bianco-rossi che ne indicano la continuità. Lasciatosi alle spalle i saliscendi malnatesi, gira attorno all’abitato di Cagno, attraversando il centro storico per scendere nella valle del Renone, passaggio obbligato per risalire in Valmorea, dove il gigantesco “Sass de la Prea” vigila ormai da centinaia di anni, anche se forse negli ultimi è più impegnato a tapparsi il naso… Passati Caversaccio e Casanova, con le loro ville settecentesche e tanta storia da raccontare, si ritorna nel verde dei boschi della zona della filanda, per la prima volta attraversata da un sentiero ufficiale del PLIS, che con il rio Scivescia segna il confine con Bizzarone. Da non perdere è il punto panoramico nella cornice dei pini silvestri con vista sul colle di San Maffeo. Arrivati a Bizzarone ci si collega al sentiero “Italia”, immettendosi sui passi di un cammino che attraversa tutta la penisola, o con pochi passi in più al “Percorso di fondovalle”, fratello del “Cima delle Valli”, che collega Malnate a Bizzarone lungo il corso del Torrente Lanza.

 

Purtroppo già vittima di vandalismi, che sono stati pressoché immediati e hanno già costretto ad ulteriori spese per la sostituzione dei cartelli danneggiati, soprattutto sulla parte in comune di Malnate rileviamo continuamente variazioni nel posizionamento dei cartelli: si sottolinea che tra Monte Morone e Monte Casnione, in particolare su quest'ultimo, l'itinerario segue un percoso prestabilito che non è dettato dalla via più breve per raggiungere Malnate o Cagno, ma dal percorso che si è scelto per passare sulla cima dei nostri due Monti.


ESCURSIONI 2017




Eccoci arrivati a presentare il programma escursionistico del PLIS Valle del Lanza per l'anno 2017. Dopo il buon successo degli ultimi anni, le nostre GEV hanno preparato un nuovo e interessante programma che vi accompagnerà lungo i sentieri del Parco ma anche nei territori circostanti.


Per permettere una organizzazione più agevole, si è preferito non fissare in anticipo le date delle escursioni, che saranno comunicate di volta in volta con congruo anticipo, tramite questa newsletter e il canale Facebook.


GEV

Presso

- la sede GEV, a Cagno in Via D'Azeglio, sopra la posta (su appuntamento o al sabato mattina)
- l'ufficio tecnico di Valmorea

con una piccola offerta per sostenere le attività delle Guardie Ecologiche, è disponibile il calendario 2016 con le foto vincitrici del concorso "Obiettivo Parco del Lanza". In tiratura limitata e ancora per poche copie, anche il libretto fotografico con tutti gli scatti del concorso!