home.html
INFO.html
NEWS.html
CENNI_STORICI.html
FAUNA.html
TERRAZZE.html
PASSEGGIATE.html
FLORA.html
INSIEME.html
GEV.html
LINK.html
 

Il Sottobosco

Il sottobosco è quella parte dell’ambiente boschivo che si sviluppa all’ombra degli alberi ad alto fusto in situazioni di scarsa illuminazione ed elevata umidità

Appartenenti del sottobosco molto noti sono i funghi, che richiedono in genere un ambiente umido per potersi sviluppare. Tra i funghi più famosi abbiamo il porcino, il chiodino, la mazza di tamburo e i funghi della nebbia.

I funghi sono organismi dotati di nucleo, privi di clorofilla, che si originano da spore e si riproducono generalmente sia in maniera sessuata che asessuata, e le cui strutture somatiche normalmente filamentose e ramificate (ife), sono circondate da pareti cellulari contenenti cellulosa o chitina, o entrambe.

I funghi si possono riprodurre in maniera asessuata o in maniera sessuata attraverso la produzione di spore dette endospore, come avviene per la maggior parte di essi. Le spore possono essere prodotte in maniera sessuata, attraverso la fusione di due o più nuclei, o asessuata, senza che ciò avvenga.

Tipici abitanti del sottobosco sono tutta quella serie di piante i cui frutti vanno solitamente sotto il nome di frutti di bosco.

Crescendo di dimensioni, troviamo nel sottobosco l'equiseto, la felce, il pungitopo ed arbusti quali il biancospino e l’agrifoglio. Il sottobosco è troppo spesso preso in minore considerazione rispetto al bosco ma il suo ruolo è altrettanto importante soprattutto per quanto riguarda la vita della fauna selvatica e degli uccelli.

Il rifugio che offre nonchè il deposito di cibo che garantisce, infatti, fanno sì che il ruolo del sottobosco sia assolutamente vitale anche per i vari microecosistemi che in esso si formano.


Asplenioasplenio.html
Equisetoequiseto.html
Felcefelce.html

ASPLENIO

EQUISETO

FELCE

FRAGOLA

MUSCHIO

PUNGITOPO

ROVO

Fragolafragola.html
Muschiomuschio.html
Pungitopopungitopo.html
Rovorovo.html