home.html
INFO.html
NEWS.html
CENNI_STORICI.html
FAUNA.html
TERRAZZE.html
PASSEGGIATE.html
INSIEME.html
GEV.html
FLORA.html
LINK.html
 
Aceroacero.html
Betullabetulla.html
Carpinocarpino.html
Castagnocastagno.html
Ciliegiociliegio.html
Faggio
Frassinofrassino.html
Gelsogelso.html
Nocenoce.html
Ontanoontano.html
Pioppopioppo.html
Platanoplatano.html
Robiniarobinia.html
Rovererovere.html
Salicesalice.html
Tigliotiglio.html
Faggio

Pianta di grande sviluppo (30-40 metri), con il tronco diritto ed elegante. Portamento eretto e chioma globoso-ovoidale, con fogliame fitto e abbondante. Corteccia liscia e cinerina. Pianta ad accrescimento lento. Apparato radicale molto sviluppato e mediamente profondo.

Le foglie sono alterne, ovali o ellittiche, acute, intere, picciolate.

Lucide superiormente, opache più chiare inferiormente.

Di colore verde, nell'autunno divengono giallo-brunastre e persistono sulla pianta per tutto l'inverno.

L'infiorescenza maschile è un capolino pendulo lungamente peduncolato.

L'infiorescenza femminile eretta, è composta da 2 fiori racchiusi in un involucro a 4 lobi coperto da aculei.

Dai semi si ricava un olio commestibile adatto anche alla illuminazione e alla fabbricazione del sapone. Le faggiole sono ottime per l'alimentazione dei suini.